Forse non tutti sanno ancora che tra gli essenziali per avviare un’azienda di successo, occorre includere reti dati e cablaggio strutturato. Inoltre, sono sistemi elettrici che non si usano solo negli uffici ma anche in altri contesti diversi. Prima di scoprire quali sono, facciamo però un passo indietro a capiamo meglio di che cosa si tratta nello specifico.

Che cos’è il cablaggio strutturato

Quando si parla di cablaggio strutturato, si fa riferimento a una soluzione che mette in piedi una struttura informatica grazie alla più moderna tecnologie. Il fine ultimo di realizzare una cablaggio strutturato è quello di permettere le comunicazioni tra i vari dispositivi, garantendo la sicurezza, compresa quella dei dati sensibili. Inoltre, il sistema consente di contenere i consumi, oggi preoccupazione che accomuna moltissimi.

Dove si usa la rete dati e il cablaggio strutturato

Si usa soprattutto in ambiti aziendali e negli uffici dove già molti impianti sono dotati di questi sistemi all’avanguardia. Tuttavia, si usano molto anche in contesti condominiali per permettere la comunicazione tra vari dispositivi, partendo dalle semplici luci e dal citofono ad esempio. Sono davvero molti gli esempi che si possono fare per capire meglio che cosa sia un impianto cablato; infatti, si può pensare a una rete locale, telefonica o informatica per la trasmissione in tempo reale dei dati.

Come si realizza la rete dati

Dopo aver parlato brevemente di che cosa sia la rete dati e il cablaggio strutturato, alcuni potrebbero domandarsi come si realizzi. Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, si ottiene la migliore trasmissione dei dati utilizzando cavi in rame o cavi in fibra ottica. Il tutto, si collega con armadi rack e pannelli di raccordo che consentono il collegamento fisico vero e proprio tra i vari apparati che compongono la rete e quelli che permettono di collegare le varie reti tra di loro.

Proprio come capita con tutti gli impianti elettrici in casa, anche il cablaggio strutturato va sempre certificato. Che sia già esistente e di nuova realizzazione, la certificazione dell’impianto non è un optional.

 

Di Grey